Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
0b751226-88b4-4ed6-b019-37627a8af60f

Se PayPal accetta i bitcoin come valuta di pagamento in attesa delle criptovalute delle banche centrali

0b751226-88b4-4ed6-b019-37627a8af60f
Ora con PayPal si può pagare anche in bitcoin. A partire dall’inizio del 2021 negli Usa, e poi nel corso dell’anno nel resto del mondo, i 346 milioni utenti di PayPal potranno comprare, vendere e custodire direttamente criptovalute dal proprio conto su PayPal. Non solo. Gli utenti potranno pagare i loro acquisti in criptovaluta nei 26 milioni di negozi nel mondo “convenzionati” con PayPal.

Per evitare i rischi della volatilità’ dei prezzi di bitcoin & co., i clienti e i commercianti potranno convertire istantaneamente le criptovalute in moneta avente corso legale nel Paese in cui avviene la transazione, hanno annunciato da PayPal, con un valore certo e senza commissioni aggiuntive.

L’adozione delle criptovalute e’ da leggere come primo passo del colosso dei pagamenti Usa per preparare il proprio network in vista dell’arrivo delle valute digitali che saranno emesse in futuro dalle banche centrali.

Va ricordato che PayPal era uno dei soggetti finanziari che si era inizialmente schierato a fianco di Facebook nella fase iniziale del progetto Libra, salvo sfilarsi dopo aver verificato la “resistenza” delle autorità.

I servizi di trading e custodia delle valute saranno effettuati grazie all’alleanza siglata con Paxos, società’ specializzata con sede nello stato di New York.

PayPal non è’ la prima società’ fintech Usa ad aprire alle criptovalute. Già’ lo fanno operatori di servizi di pagamento digitale come Square e l’app di stock trading Robinhood Markets. Ma non hanno le dimensioni di PayPal, che conta su 346 milioni di utenti attivi e che nel solo secondo trimestre dell’anno ha processato pagamenti per 222 miliardi di dollari.

L’annuncio di PayPal ha fatto volare le azioni a Wall Street, dove ormai capitalizza quasi 250 miliardi di dollari, e ha mosso al rialzo anche le quotazioni di tutte le criptovalute a partire da Bitcoin che è arrivato a sfiorare quota 13.000.

Se la volatilità’ delle criptovalute e’ destinata a rimanere, non c’è’ dubbio che l’annuncio di PayPal in qualche modo le “istituzionalizza” e le rende popolari anche a chi finora le aveva considerate solo uno strumento speculativo.